Spedizione GRATUITA a partire da 40€
Precedente
Successivo
Copertina farina di avena

Farina d’avena: un alimento ricchissimo di benefici

Chiara Mulè

Tabella dei Contenuti

L’avena (dall’inglese Oat) è una pianta appartenente alla famiglia delle graminacee da cui deriva un cereale dalle innumerevoli proprietà benefiche.

Questo cereale molto conosciuto fin dai tempi antichi è molto utilizzato soprattutto nelle regioni dell’Europa del Nord in quanto richiede molta umidità per crescere (secondo solo al riso).

A differenza di altri come frumento e orzo, anche se lavorato, mantiene crusca e germe, che sono le parti del chicco in cui si trovano la maggior parte delle sostanze nutritive; ed è per questo che negli ultimi due decenni è cresciuto in modo esponenziale il suo interesse in tutto il mondo.


Dall’avena si produce la farina d’Avena che è il prodotto ottenuto dalla macinazione della cariosside, ovvero del frutto secco della pianta.

Caratteristiche nutrizionali dell’avena

Le proprietà nutrizionali dell’Avena sono piuttosto diverse da quelle di altri cereali, in funzione della peculiare struttura della pianta.

Le ottime caratteristiche nutrizionali dell’avena si possono intuire già dalla semplice osservazione delle tabelle alimentari. L’avena è un’ottima fonte di carboidrati, proteine, grassi e fibre; ma anche ricca di micronutrienti come vitamine, sali minerali e composti vegetali antiossidanti.

Valore nutrizionale di mediaper 100g
Energia390kcal
(1600kJ)
Grassi
di cui saturi
7,5g
2g
Carboidrati
di cui zuccheri
67g
2g
Fibre4,2g
Proteine12g
Sale<0,01g

Proprietà nutrizionali dell’avena nello specifico

Apporta carboidrati a basso indice glicemico che garantiscono una digestione lenta e un mantenimento dei livelli di zucchero nel sangue stabili. Questo si riassume con assenza di picchi glicemici ed effetto saziante prolungato nel tempo.

Tra tutti i cereali, detiene il primato di quello più ricco di proteine (con particolare interesse agli amminoacidi essenziali; ne contiene infatti 5 su 8, a differenza del classico frumento che ne contiene soltanto 1 e degli altri che non ne contengono nessuno; In particolare spicca l’amminoacido Lisina che favorisce la fissazione del calcio nelle ossa e il rafforzamento degli anticorpi)

Ha un alto contenuto di Acido Linoleico, più comunemente conosciuto come Omega 6, che esercita un risaputo effetto protettivo sul sistema cardiovascolare

Ottima la concentrazione di fibra, in particolare di Beta-Glucano, un tipo di fibra solubile al quale sono correlati numerosi benefici per la salute, ne possiamo citare alcuni:

  • Riduzione del picco di glucosio post prandiale, in quanto forma un gel che ritarda lo svuotamento gastrico e ne consegue una miglior sensibilità insulinica e controllo glicemico;
  • Aumento del senso di sazietà, favorendo il controllo del peso corporeo;
  • Aiuta il buon transito intestinale contrastando stitichezza e costipazione;
  • Favorisce il controllo del profilo lipidico ottimizzandone i valori plasmatici. Questo aspetto è talmente importante che la FDA (Food & Drug Administration) ha approvato una raccomandazione sanitaria relativa all’avena e ai prodotti derivati da essa in merito all’effetto di riduzione del colesterolo.

L’Avena inoltre è ricca di minerali come Manganese, Selenio, Fosforo, Potassio, Ferro, Calcio, Zinco oltre che un importante fonte di molte vitamine. Tra le vitamine B contenute spiccano la B1 B2 B3 B5 B6. Peculiare la presenza di avenina, un alcaloide con effetto tonificante e ricostituente.

La farina di avena contiene glutine?

La questione è controversa; L’AIC (Associazione Italiana Celiachia) riferisce che la maggior parte de celiaci possa inserire l’avena nella propria dieta senza effetti negativi per la salute; tuttavia il tema è ancora oggetto di studi

farina d'avena per i pancake

 e ricerche da parte della comunità scientifica, in particolare sulle specifiche varietà di avena maggiormente adatte alle persone intolleranti al glutine. Questo perché spesso le aziende che producono tali prodotti utilizzano le stesse attrezzature tanto p

er il grano quanto per l’avena non garantendo pertanto l’assenza di crossing-over. il Board Scientifico di AIC, suggerisce, quindi, il consumo di avena solo per quei prodotti che rientrano nel Registro Nazionale delle referenze senza glutine del Ministero della Salute, che garantisce sull’idoneità dell’avena impiegata. Per questo motivo è necessario co

ntrollare sempre, prima di acquistarla, che si tratti di una varietà testata e corredata di apposita certificazione. Solo accurati controlli sull’intero processo e le tecnologie alimentari garantiscono una completa assenza dell’allergene incriminato.

 

 

Perché scegliere la farina di avena teisty?

Questa premessa era fondamentale per farvi comprendere il perché scegliere la farina d’avena teisty.

Dietro a questo nome vi è un’accurata scelta e selezione della materia prima; si tratta di farine naturalmente ricche di proteine, con alto contenuto di fibra e senza zuccheri aggiunti. Inoltre sono tutte certificate senza glutine; senza lattosio e idonee anche a consumatori vegani.

Tutte le farine hanno poi il marchio di certificazione SWEOAT che garantisce in tutto il suo ciclo produttivo sostenibilità, mediante strette restrizioni all’utilizzo di pesticidi ed erbicidi, e piena tracciabilità di tutti i prodotti; basti pensare che da ogni lotto si può facilmente risalire al campo in cui si trova il raccolto.

Con la farina d’Avena TEISTY si possono sperimentare moltissime ricette; è un alimento estremamente versatile a causa delle molteplici opzioni di utilizzo che offre – un vero SUPER FOOD.

Ideale per la colazione, ma anche come snack nel corso della giornata. Si può infatti aggiungere a qualsiasi tipo di piatto, dolce o salato, oppure consumare direttamente sciolta in acqua o bevande vegetali (come latte di riso, soia, mandorla…). Insomma sbizzarrirsi con questo prodotto è davvero semplice e grazie all’accurata scelta che offre Teisty è possibile accontentare tutti i palati.

Falsi miti da sfatare

  • La farina d’avena fa ingrassare? La farina d’avena ha si un alta densità energetica, ma è rappresentata da carboidrati a basso indice glicemico che esercitano un effetto positivo sul metabolismo glucidico innalzando la glicemia in modo lento e graduale. Inoltre la farina d’avena è anche ricchissima di fibra che aumenta il senso di sazietà e pienezza intestinale e aiuta quindi a migliorare il controllo del peso corporeo.
  • La farina d’avena aromatizzata fa male? La farina d’avena aromatizzata ha le stesse caratteristiche nutrizionali e caloriche della classica farina d’avena neutra. A differenza di quest’ultima risulta essere più appetibile grazie alla grande varietà di gusti presenti sul mercato. La presenza di edulcoranti/dolcificanti in alcuni soggetti particolarmente predisposti potrebbe aumentare il senso di gonfiore e tensione addominale; tuttavia nelle giuste dosi e senza abusarne il rischio è pressochè nullo. Ricordiamoci sempre che non esistono cibi buoni e cibi cattivi ma solo il giusto equilibrio degli stessi nell’arco della giornata.

Curiosità sulla farina d’avena

Oltre all’uso che tutti conosciamo, è necessario enfatizzare l’eccellenza della farina di avena anche in altri ambiti:

  • Dopo fermentazione e successiva distillazione, dalla farina d’avena si può ottenere come prodotto, molto conosciuto, il Whiskey;
  • Per attenuare i dolori reumatici si può far bollire dell’aceto con all’interno della farina d’avena, fino ad ottenere una sorta di pasta che andrà applicata sulle parti doloranti;
  • La farina di avena inserita in un sacchetto di tela e messa a bagno maria per 15 minuti può servire inoltre per alleviare il prurito (come in caso di psoriasi) effettuando degli impacchi da applicare sulle zone d’interesse;
  • Rappresenta un ottimo emolliente cutaneo, che l’ha resa degna di un posto importante tra sostanza ad uso topico destinata al trattamento della secchezza, irritazione o ipersensibilità della cute. Semplicemente sciogliendo la farina di avena in acqua tiepida possiamo ottenere un risultato eccellente restituendo alla pelle la sua elasticità e morbidezza; in poche parole un vero toccasana;
  • Infine, nel campo cosmetico viene utilizzata per la preparazione di maschere finalizzate alla ricostruzione del cuoio capelluto. La presenza della farina d’avena risulta fondamentale per rafforzare in profondità la fibra del capello e impartire maggior lucentezza.

Insomma la farina d’avena è davvero un cibo pazzesco per la nostra salute e vi consigliamo un salto nel nostro shop per vedere le varietà che abbiamo pensato in teisty.

Perchè fidarsi di quello che c'è scritto?

Gli articoli e tutte le informazioni che condividiamo sul nostro blog e sui nostri social sono prodotti da esperti del mondo alimentare. Nutrizionisti, biotecnologi alimentari, dietisti…

Ci impegniamo ogni giorno a divulgare informazioni attendibili sul mondo dell’alimentazione perchè crediamo davvero che possano aiutare chi li legge e dare spunti utili.